Il nostro Luogo del Contemporaneo

La Collezione Igav

Evoluzione e stabilità: dal 2009 l’IGAV ha come punto di riferimento la Castiglia grazie alla fattiva collaborazione con la Città di Saluzzo. Nella manica ottocentesca dell’ex carcere ha trovato casa l'Esposizione e Collezione permanente IGAV che è entrata a far parte dei “Luoghi del contemporaneo” selezionati dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Non è statica, ma in continuo aggiornamento: le opere, in parte appartenenti all’IGAV e in parte concesse in comodato d’uso da artisti, galleristi e privati, illustrano l’evoluzione dell’arte contemporanea italiana, offrendo uno spaccato della scena artistica attuale ed illustrandone, in modo dinamico, le prospettive.
 
Alle opere dei maestri e di artisti affermati sono affiancati i lavori di artisti più giovani, già noti ed apprezzati a livello internazionale, che costituiscono l’avanguardia della produzione artistica del nostro Paese. Nel corso degli anni si sono avvicendati i lavori di oltre novanta artisti per un totale di circa cento opere. Il nuovo allestimento (2016), curato da Alessandro Demma, è un’evoluzione della precedente struttura, che traeva ispirazione dalla passata funzione carceraria dell’edificio: il meccanismo visivo introdotto ri-decodifica la percezione del luogo e consente al visitatore una partecipazione fisica e mentale differente e più efficace.
 
La Castiglia è, anche, tra i luoghi privilegiati dall’IGAV in Italia per tenere mostre temporanee: 7 sono state finora realizzate. Con la sua attività, l’IGAV contribuisce alla vita culturale e sociale di Saluzzo fornendo al territorio occasioni di verifica sull’evoluzione dell’arte contemporanea, che tanta importanza riveste ormai nel mondo in termini culturali, turistici ed economici, favorendo la diffusione a livello internazionale dell’immagine di Saluzzo come “Città d’Arte” e promuovendo la conoscenza e l’amore per l’arte anche tra le giovani generazioni.
 
Dalla perfetta sinergia tra arte contemporanea e Castiglia, dal 2009 ad oggi, l’IGAV con la collaborazione del comune di Saluzzo ha realizzato sette mostre temporanee di alto livello e molte di valenza internazionale: “Energie Sottili della Materia” (2009); “Alter Ego, 1979-2008, Giorgio Griffa” (2011); “Venti per Una”, 2012; “Saluti da… Saluzzo”, 2012; “Gabriella Benedini, Opere 1972-2012” e “Project Room”, 2012; “TO_SH Torino Shanghai”, 2014; “Cultural Context” 2015.

Location
7 luglio 2013 - Nuova inaugurazione
Dalla cella all'atelier
Dalla cella all'atelier - II parte
Esposizione 2014
Estate 2013 - Nuove opere
Inaugurazione del nuovo allestimento - Sabato 2 aprile 2016 - PARTE |
Inaugurazione del nuovo allestimento - Sabato 2 aprile 2016 - PARTE II
Le origini della Collezione - periodo 2009/2011
Nuovi arrivi, aprile 2016
Work in progress